Federazione Italiana Sport Tiro alla Fune

Tiro alla Fune BEACH

Ultimi Aggiornamenti

11.8.2007

Risultati ultimi campionati outdoor

12.03.2011 - Coppa italia outdoor 2011-02

Sono on-line i risultati delle coppe italia disputate nei mesi di dicembre 2001 e gennaio 2002

10.1.2007 - Gare Outdoor in sede di valutazione

Ricordiamo a tutti gli atleti ed agli appassionati che le le gare outdoor sono sotto valutazione e non possono essere quindi ritenute definitive. A breve sarà data comunicazione definitiva in merito.

8.1.2007 - NUOVO NUMERO

Avvisiamo che il presidente della federazione Giorgio Trocchi è ora reperibile al numero 123123123

Gare di tiro alla fune in Italia

Quando vediamo dei bambini giocare a tiro alla fune, ci viene spontaneo pensare a quanta semplicità e divertimento si nasconda dietro a questo gioco infantile, in cui è una banale corda a ricevere tutte le attenzioni dei suoi giocatori e spettatori. In realtà non dovremmo fermarci alla superficie e lasciarci ingannare dalle apparenze. Il tiro alla fune è in sostanza un vero e proprio sport, al giorno d'oggi praticato da migliaia e migliaia di appassionati in tutto il mondo, vuoi come semplice attività ricreativa, vuoi come agguerrita competizione fra squadre di professionisti ed esperti.

Una disciplina sportiv diversa

In Italia, questa disciplina sportiva ha una sua propria federazione, la Figest, che è ufficialmente riconosciuta dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano e che conta su quasi 500 atleti attualmente tesserati. Città come Venezia, Udine, Mantova e Lucca si sono fatte largo in questo settore sportivo per il numero di palestre attrezzate per la pratica di questa disciplina e la quantità di participanti che si distinguono per talento e bravura. Inoltre, a livello internazionale si organizzano ogni due anni delle competizioni di carattere mondiale, i cui maggiori partecipanti appartengono soprattutto ai Paesi anglofoni, fra cui spiccano Irlanda, America e Gran Bretagna. Nello specifico, esistono due diversi tipi di tiro alla fune, indoor e outodoor, in cui le regole di gioco variano a seconda degli ambienti utilizzati, dell'abbigliamento richiesto e della tipologia di tirata effettuata.

La teoria sembra alquanto semplice: i giocatori (che formano squadre da 8 nelle gare ufficiali) si posizionano uno di fronte all'altro, mettendosi ai lati opposti di una corda, solitamente fatta di canapa, al di sotto della quale si trova la linea divisoria che delimita il campo. Tale corda viene poi tenuta stretta saldamente fra le proprie mani e, al segnale di via o ad un fischio, si incomincia a tirare con tutte le proprie forze, cercando di portare l'estremità di corda avversaria (e i rispettivi giocatori) verso la propria zona di campo, in modo da farli invadere il proprio spazio di gioco ed automaticamente perdere la partita.

Ovviamente, si puo sempre assistere alla competizione in compagnia di una ragazza da Camplace, se non ve la sentite di giocare o se non siete particolarmente in forma. Il pubblico è sempre molto entusiasta e si impegna a sostenere la squadra favorita attraverso grida di incitamento, cori ed applausi: la carica motivazionale aiuta gli atleti a concentrarsi decisamente di più e a metterci più grinta quando il gioco si fa particolarmente duro e complicato.

Tale pratica sportiva richiede un esercizio continuativo volto a rafforzare i muscoli delle braccia e altresì a migliorare la flessibilità delle gambe. Oltre allo sforzo fisico individuale, bisogna però pensare che il tiro alla fune è un gioco di squadra, in cui sincronia, coordinamento e reciproco sostegno svolgono un ruolo fondamentale per la buona riuscita dell'attività. Se anche solo uno dei componenti della squadra mostra di essere il più allenato e forte dal punto di vista fisico, non è detto che la sua squadra sia destinata a vincere la competizione poiché sono l'impegno e la fatica comuni a decretare quali siano i veri vincitori.

Copyright